Il Mac

Se loro per studiare un nuovo panino fanno 1400 test in un anno prima di lanciarlo.
Se loro impiegano 730 giorni di studio prima di arrivare alla ricetta finale.
Se loro studiano il concept del nuovo panino nell’European Food Studio McDonald’s di Monaco.
Se loro fanno tutto questo per il nuovo panino, “Il Mac”, simbolo, secondo molti, dell’incultura alimentare, della cattiva alimentazione, simbolo del male, noi che amiamo il buono, pulito e giusto – con moderazione e vari distinguo – cosa dovremmo fare per sconfiggerli?

Loro, come racconta Wired, procedono così:

Il pane: ciabatta a lievitazione naturale cotto in forno a pietra.
L’insalata: 12 grammi di Batavia
Il pomodoro: italiano, due fette di 6-7 millimetri
Il formaggio: Una fetta di Emmentaler svizzero senza nessuna ulteriore lavorazione
La carne: vari tagli pregiati di manzo europeo tritati con macinature diverse

E noi gourmet, bio-fanatici. ecologisti, puristi ecc… ecc… cosa dovremmo fare culturalmente e praticamente per sconfiggere Il Mac – per ciò che rappresenta – in tempi di crisi e di pochi soldi in tasca?

Articolo Tratto da : Il papaero giallo di Stefano Bonilli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...