Alunni Italiani nella cucina di Göggings - Istituto Professionale DIEFFE Lonigo
22

22 Giugno 2019

Stagisti della città gemella di Abensberg, Lonigo, hanno acquisito esperienza nell’hotel e hanno conosciuto la regione.

BAD GOEGGING. L’odore di asparagi e bistecca proveniente dalla cucina ha raggiunto gli ospiti dell’hotel dell’Hotel Marc Aurel a Bad Goegging nelle ultime settimane, quando si sono seduti a pranzo o a cena.

Pochi sapevano che uno stagista italiano sfrigolava le bistecche e cucinava gli asparagi a cottura perfetta.

Per la terza volta, tre studenti del “Istituto Professionale Dieffe per Operatore alla Ristorazione” della città gemella di Abensberg, Lonigo, hanno fatto un’esperienza di stage presso l’Hotel Marc Aurel a Bad Goegging. La partnership cittadina con Lonigo esiste dal 1999, il che significa che celebra il suo 20° anniversario.

Il Sig. Peter Hübl, responsabile dei gemellaggi, è molto orgoglioso dell’intenso rapporto ed è stato molto contento che quest’anno gli stagisti di Lonigo avessero l’opportunità di fare esperienza e conoscere l’area.

Susanne Stautner, che lavora da anni come traduttrice tra le città gemellate, vede i tirocinanti come “i suoi figli” quando vengono qui, e anche quest’anno ha fatto molte visite con gli loro.

Una visita a Ratisbona e quindi a Weltenburg, Regensburg, Riedenburg e naturalmente il Kuchelbauerturm di Abensberg sono stati in programma. I tre ragazzi non avevano quasi nostalgia di casa durante le cinque settimane trascorse in Germania. “Il personale dell’hotel, gli ospiti dell’hotel e l’intero ambiente erano così belli, che non si può avere nostalgia di casa”, dicono i tirocinanti all’unanimità.

Sistemati in normali camere d’albergo, hanno apprezzato la possibilità di usare tutti i servizi allo stesso modo dei clienti, tutto quello che è disponibile per gli ospiti dell’hotel, nuotare o fare una sauna di un’ora gratis. Il direttore dell’hotel Horst-Jürgen von Mengden è entusiasta dello scambio di tirocini. “Un grande scambio interculturale all’interno delle famiglie europee, sono una grande cosa”, dice Mengden.

Mentre Giacomo Parolo passava principalmente il tempo in cucina, Alessia Godi e Valeria Dal Maso erano principalmente al servizio in sala. Non c’erano quasi difficoltà linguistiche. Il tedesco non è stato un problema, ma il bavarese era un po’ difficile da capire.

Alessia e Valeria che stanno finendo la loro formazione quest’anno, hanno la possibilità di fare un viaggio studio in Irlanda organizzato dalla loro scuola per una settimana, perché sono state le migliori della loro scuola in inglese. Successivamente, entrambe vorrebbero lavorare come cameriera negli hotel di tutto il mondo.

Giacomo, che ha già vinto premi giovanili in Italia, vuole fare anche il 4° anno. Il suo desiderio è di avere un suo ristorante in Italia. Già all’età di dieci anni, sapeva che voleva assolutamente diventare uno chef.

Ad accogliere i tre stagisti, sono state Anna Karrer e la Vice Stefanie Bachhuber quando gli alunni sono arrivati all’hotel, e Peter Hübl ha portato degli omaggi. Ringraziamenti sono stati rivolte a Kerstin Beckenbauer del dipartimento risorse umane del Marcus Aurelius, responsabile di assicurare che lo scambio di tirocinanti funzionasse bene. Alla fine, tutti hanno concordato che i tre meravigliosi stagisti in cinque settimane, non solo hanno imparato molto, ma hanno anche acquisito altre nuove esperienze. In ogni caso, il gestore dell’hotel vuole promuovere lo scambio in futuro.

https://www.mittelbayerische.de/region/kelheim-nachrichten/waschechte-italiener-in-goeggings-kueche-21029-art1795320.html